Laboratori sul giallo – I vincitori

Sono laboratori di scrittura del genere giallo per le scuole. Un percorso che parte dalla lettura e attraverso lo smontaggio e l’analisi di un romanzo porta i nostri giovani lettori a ricostruire il finale di una storia.  Entusiasmo, creatività, ingegno e fantasia sono gli ingredienti con cui nascono piccoli pezzi di storie ogni volta rielaborati e sorprendenti. Sono tutti bravi, ma qualcuno ha una penna magica! E’ per questo che i lavori migliori meritano un posto nel nostro blog.

Riscrittura del finale del romanzo: #NellaRete di Georgia Manzi

Seconda Media E – I. Calvino, Melegnano

Dalila Piazza, Francesca Iorgu, Leonardo Zaccone, Francesco Gerosa, Arianna Lietti.

Avevo capito che in quella casa c’era qualcosa così decisi di indagare. Era un edificio diverso dagli altri, tetro, diroccato e disperso nel nulla. Nel giardino c’erano molti alberi che non facevano filtrare la luce del sole. Era una sera cupa, il vento pungente mi graffiava la pelle. L’aria era soffocante e il silenzio era assordante. Con la punta del piede spingo il cancelletto arrugginito e mi dirigo verso la porta d’ingresso. Sento un brivido che velocemente mi percorre la schiena, stavo sudando freddo. Sento accellerare i battiti del mio cuore, come se capissi il percorso del sangue.
Devo entrare in quella catapecchia. Le tapparelle sono abbassate e non riesco a vedere l’interno. Prendo coraggio ed entro nella casa. Il vento apre la porta facendola cigolare e scopro un atrio spazioso ricoperto di polvere e di ragnatele. C’è una botola sul pavimento da cui vengono rumori sinistri. Decido di scendere, man mano che scendo l’umidità aumenta.
Rimango pietrificato: lì trovo un ragazzino moro con una maglietta verde e dei pantaloni blu.
E’ davanti a uno schermo e all’improvviso appare la scritta “hackeraggio completato”.
Mi avvicino silenziosamente, sembra che il tempo si sia fermato, quando arrivo a due passi da lui si accorge della mia presenza e mi tira un pugno sul muso. Svengo… Quando mi sveglio trovo una persona chinata su di me, è un poliziotto che mi racconta tutto. Quel ragazzo, l’hacker che mi perseguitava da giorni, ho scoperto che era il fidanzato della sorella di Dino. Sono sconvolto!