LA LEGGENDA DI BERENSON

€16,00 - 172 pagine

Alessandro Zannoni
  • Trama
  • Incipit

(età 11 +)
Il padre di Michelangelo (Mongi) compra a un’asta online un vecchio cabinato che dovrà diventare il suo ufficio e la casa estiva, sogno del figlio. Non l’ha ancora messa in acqua che qualcuno chiama per sapere se sono interessati a venderla. È durante i lavori di ripristino che Mongi trova, nascosto in una cabina, un manoscritto in cui si parla del tesoro di Berenson. Scopre presto che a scriverlo era stata proprio la precedente proprietaria della barca, Carlotta Alessandrini, una stimata antiquaria, uccisa una notte a bordo e il cui assassino non è mai stato trovato. Tocca a lui ora fare luce sul mistero e soprattutto capire che fine ha fatto il tesoro, una serie di opere d’arte trafugate dai nazisti durante la guerra. L’indagine non è affatto semplice e a complicare le cose è la presenza, invisibile ma costante, di un uomo sconosciuto che sembra aspettare l’occasione giusta per riprendersi quello che ritiene sia suo.

Michelangelo non ha chiuso occhio tutta la notte, troppo agitato e impaziente per quello che deve accadere. Dall’alba è alla finestra che osserva il risveglio del mondo, mentre il suo cane Bullo ancora ronfa beato sul letto. Ama passare l’estate qui, a casa dei nonni , dove vive anche suo padre, da quando i suoi genitori si sono separati, invece che in città dalla mamma. La casa è circondata da enormi lecci, proprio davanti alla darsena di famiglia, che il nonno ha fondato negli anni Sessanta, strappando la terra al fiume Magra. Il porticciolo ha un grande bacino centrale di ormeggio, protetto da argini costellati da salici rigogliosi, e ai lati, tre canali che convogliano le acque di piena invernale e la disperdono nei campi circostanti. C’è un bar ristorante, un grande piazzale ricoperto di ghiaia dove tirano le barche in secca, e un’officina.

Scarica il pdf

I TOPI

€12,00 - libro a fisarmonica

Dino Buzzati
  • Trama
  • Incipit

(età 9 – 99)
Che ne è della famiglia Corio? Cosa sta accadendo nella loro vecchia villa di campagna? È il narratore a chiederselo quando Giovanni gli invia una strana lettera, scusandosi perchè, dopo anni, per la prima volta non potrà invitarlo per l’estate. Ricordando i bei momenti passati il narratore ricollega una serie di fatti, presagi di un orrore imminente.

«E adesso? Perché Giovanni ha scritto di non potere più invitarmi? Cosa è successo? Avrei la tentazione di fargli una visita, pochi minuti basterebbero, tanto per sapere. Ma confesso che non ne ho il coraggio».

Scarica il pdf.

#NELLARETE

€15,00 - 144 pagine

Georgia Manzi
  • Trama
  • Incipit

(età 9+)
Amelia e Dino non si piacciono ma quando un hacker entra nel computer di Fulvio, si ritrovano a indagare insieme.  Dino è sicuro si tratti di un terrorista. Fulvio, poco convinto, vuole scoprire chi si cela realmente dietro il nome di fa**gen che in Puckish Game fa comparire auto e armi dal nulla e accumula milioni di dollari di vincite. Amelia, per niente interessata a tutta la vicenda, li segue per noia. La faccenda si fa più oscura quando strane cose cominciano a capitare. Cosa nasconde la casa verso cui si concentrano le ricerche? Perché Tarzan, il cane di Amelia, sembra impazzire ogni volta che si avvicina? E chi è la donna che ci abita?

Non sono un tipo che si entusiasma facilmente – mia madre dice tranquillo e giudizioso, mio padre tranquillo e basta, mio fratello mi guarda con la bocca aperta e fa finta di addormentarsi di colpo perché sono noioso, ma lui è un pazzo esaltato – comunque fatto sta che ho vinto una fantastica partita a Puckish Game.

Scarica il pdf.

NON CHIUDERE GLI OCCHI

€16,00 - 208 pagine

Francesco Formaggi
  • Trama
  • Incipit

(età 12+)
In paese, una sera di primavera, quando la scuola sta per finire, compaiono una donna e un uomo misteriosi. Nessuno sa dove abitino, da dove vengano e cosa siano venuti a fare. Hanno un aspetto inquietante ed escono solo di notte: lei davanti, lui dietro, a una decina di passi.Quando improvvisamente scompare un bambino, il paese intero è sconvolto e l’opinione pubblica è convinta che in qualche modo la strana coppia abbia a che fare con la sparizione. Ma Giuseppe non è di questa idea e prosegue le indagini per conto proprio, con l’amico Mario, scoprendo una verità ben più tragica.

Nella notte, sulla strada buia ai piedi della montagna, le biciclette avanzavano lentamente. Chiaro, le stavano spingendo a mano!
«La prossima volta te lo scordi che ti vengo dietro, tu e le tue idee!» disse Nicola.
«Non è mica colpa mia se hai bucato!» rispose Giovanni.
Le luci dei due fanali sembravano pupille luminose di un gufo strabico, e attorno c’era il silenzio della campagna, amplificato dal cigolio delle catene delle biciclette che giravano a vuoto.

Scarica il pdf