COME UN FANTASMA

€12,00 - pagine 569788832790917
  • Trama
  • Incipit

(età 7+)

Dalla classe una proposta fantasmagorica per festeggiare la fine dell’anno scolastico: un giorno intero al parco divertimenti Lost in Fun. Evviva! Tutti felici… tranne Milo che, piuttosto, farebbe qualunque altra cosa. Perchè sa già come andrà: come al solito, in pullman nessuno si siederà vicino a lui, e così farà il viaggio da solo. Come sempre, come se lui non esistesse. All’arrivo, prima attrazione, la casa dei fantasmi. Milo ci entra solo per seguire i compagni, ma all’uscita l’orribile sorpresa: in mezzo alla folla, non è rimasto più nessuno della sua classe. NES-SU-NO! E adesso, cosa si fa? A Milo sembra di essere diventato un fantasma perchè non c’è una persona che si accorga di lui. E i fantasmi sono, in assoluto, la cosa che gli fa più paura al mondo.

Una gita al parco dei divertimenti, ecco. Questo erano stati capaci di decidere, dopo una valanga di discussioni, per festeggiare la fine della scuola. Uh, l’entusiasmo generale dei compagni, e salti
di gioia, e battimani, e gridolini, e perfino gli abbracci reciproci.
Per non parlare dei genitori… A quella riunione
fu tutto un dirsi l’un l’altro Sarà una giornata meeeravigliosa faaantastica iiindimenticabile, oh se avessimo potuto quando eravamo piccoli noi! Ai nostri tempi di su, ai nostri tempi di giù…
Milo restò seduto dietro al suo banco, immobile e assorto.
Che prospettiva orribile: non gli piacevano manco per sogno i luoghi affollati, le attrazioni gli facevano tutte, tutte paura (pure le più innocue, quelle per i bambini piccoli, anche se non l’avrebbe confessato neanche sotto tortura), e poi… che assurdità: andarsela a cercare, la paura. Quella veniva già abbastanza da sola e ti si arrotolava dentro la pancia come una biscia.

SCARICA IL PDF