THE SCREEN

€16,00 - 240 pagine9788832790870
  • Trama
  • Incipit

(età 13+)

Dopo essersi trasferita a Firenze, Sara inizia a lavorare come moderatrice per The Screen, un’agenzia digitale che filtra i contenuti “pericolosi” di un noto social network. Nonostante sia costretta a visualizzare centinaia di video al giorno, assistendo alle azioni più crudeli e perverse delle persone, tutto sembra procedere regolarmente. Almeno fino a quando non si imbatte nel filmato di una ragazza che subisce molestie. Sara rimane colpita da quelle immagini, vuole indagare, ma il video all’improvviso scompare e lei rimane perplessa: la ferita ancora aperta di un’esperienza simile, vissuta sulla sua pelle, potrebbe averla influenzata? Quando però pochi giorni dopo scopre il suicidio di Alba, una ragazza molto simile alla protagonista del filmato, Sara inizia una battaglia contro il sistema per trovare le risposte che cerca, immergendosi in un tunnel, all’apparenza senza uscita, dove il lato oscuro dell’animo umano trova il suo habitat naturale.

 

«È solo questione di giorni» mi dicevano. «Poi ci farai l’abitudine.»
È così che mi sono lasciata convincere. Neanche per un attimo mi sono posta il dubbio né ho mosso la minima obiezione. Sarà stato il momento, mi ripeto da allora, tentando di giustificare il mio comportamento. Eppure, lo sapevo fin dall’inizio che non era il lavoro per me. Mi sono trovata immersa, dall’oggi al domani, in una dimensione surreale; una sorta di limbo dove ogni decisione che prendi non è dettata da una scelta consapevole ma dalla necessità impellente di dover fare qualcosa a tutti costi, subito, senza avere neppure un istante per riflettere. Il tempo è denaro, dicono. Ora ne sono consapevole. Ho capito anche che diventare adulti non è facile.
Di colpo ti ritrovi tutto il peso della quotidianità riverso sulle tue spalle e anche dover fare da mangiare, rifarti il letto o stirarti i vestiti diventa un obbligo al quale non puoi sottrarti. Non voglio compatirmi, non sono affatto il tipo, ma questa situazione mi è precipitata addosso al momento sbagliato come una scarica di proiettili vaganti sparati da un nemico invisibile.

SCARICA IL PDF