Pensieri di Casa Pelledoca

Leggere per sentirsi in vacanza: meccanismi di evasione della lettura

di Annalisa Strada

In estate parte la girandola delle liste dei libri consigliati, ma senza le giuste avvertenze si rischia di allontanare lettori invece che attirarli.
Leggere in vacanza può essere un bellissimo modo per sentirsi davvero in vacanza perché si mettono in atto i meccanismi di evasione. Quando leggi sei, di fatto, in un altro posto. Un viaggio a poco prezzo, quando ne hai voglia, ogni volta che vuoi.
Puoi decidere tra:
un viaggio romantico
una trasferta avventurosa
un’escursione storica
la perlustrazione della mente di un altro
una staffetta poetica
un intervallo horror
un volo pindarico
una pausa fantasy
un’esplorazione fantascientifica
una settimana di estrosa fantasticheria
e molto, molto altro.
Anzi, non è necessario scegliere, perché si può fare tutto, persino nella stessa giornata.

Servono molte righe per descrivere l’esperienza semplice e intensa della lettura, che è più facile vivere che spiegare. Allora, se è tanto bella perché non tutti la fanno? Perché al collo dell’azione di leggere è stata attaccata la falsa pietra del “dovere” o la terrorizzante zavorra del “peso del pensiero”, sbrigative bugie diffuse da chi non ha mai trovato la felicità dentro la pagina e si rode di rancorosa ignoranza. Succede perché non tutti, probabilmente e purtroppo, hanno incontrato il libro che accende la scintilla. Rinunciare a cercare sarebbe come rinunciare all’amore perché il partner della prima superiore baciava male.
Insomma, fatevelo un regalo: partite insieme a un libro.

Cosa c'è di nuovo?

In libreria

L’estate in Casa Pelledoca si preannuncia caldissima: cinque nuovi titoli popolano gli scaffali delle librerie!

Per la collana Piccole Piume, sono usciti La Prova della Foresta di Roberto Piumini, una storia per diventare grandi, scritta da un autore dalla penna poetica; e Il fifologo. Missione anti paura di Elisa Mazzoli, un racconto di amicizia ironico e profondo che fa riflettere sulle paure dei più piccoli.
Per la collana Neroinchiostro, invece, tre romanzi ad alta tensione: La canzone che uccide di Gianluca Barbera, un’indagine che parte da una canzone misteriosa legata alla sparizione di alcuni giovani in tutta Europa; The next level di Carla Anzile, un mistery che ci catapulta nel mondo dei videogame, al confine tra virtuale e reale; e La Barabuia di Gabriele Nanni, un horror dalle atmosfere kinghiane che affonda le radici in vecchie storie popolari, mai del tutto dimenticate.

Paura, mistero, avventura, emozioni forti: c’è tutto quello che serve per vivere un’estate da brivido.

Ias cominciava ad avvertire qualcosa. Nell’aria c’era come un peso, un senso di oppressione. Avanzò verso il punto dove venne trovata Camilla, ma ogni passo gli costava una fatica immane. Si sentiva spossato, esausto, con il cuore accelerato e l’anima fredda, scollegata dal corpo, come se ci fossero due Ias sovrapposti, ma leggermente dissonanti. Fu allora che la sentì. Una cantilena, una piccola nenia lieve che sembrava provenire da tutte le direzioni, come se fosse stata parte dell’ambiente stesso.
Gabriele Nanni

Parliamo di...

Buone notizie

In Italia è arrivata la moda newyorkese dei party letterari, feste con decine di persone che si incontrano per leggere in compagnia, con intervalli di conversazione e senza l’uso di cellulare. Un invito alla disconnessione, almeno temporanea, dalla tecnologia a favore della socializzazione reale tra chi condivide la stessa passione per i libri.
Tema presente anche al Salone del Libro di Torino durante il quale abbiamo partecipato all’incontro Che fai stasera? Leggo. I party di lettura senza cellulari con Maura Gancitano, co-fondatrice di Tlon, una delle prime ad aver organizzato queste feste in Italia perché convinta che leggere insieme ad altre persone, in un ambiente rilassato, possa aiutare anche chi, dal 2020 in poi, ha dedicato sempre meno tempo ai libri. Si sa, la lettura è un’attività che richiede attenzione e fatica, ma allo stesso tempo «può essere uno straordinario antidoto per la società in cui viviamo.»

Ci è piaciuto

Siamo stati alla Biblioteca Braidense di Milano per vedere la mostra Baj. Libri in libertà, una corposa raccolta degli originalissimi libri d’artista di Enrico Baj, grande pittore e scultore milanese che durante tutta la sua attività si è mosso «tra anarchia e ‘Patafisica, antagonismo e surrealtà, gioco e impegno». Entrando nella sala Maria Teresa – meravigliosa! – si possono ammirare una serie di opere d’arte in cui Baj ha mescolato le tecniche di stampa classica come l’acquaforte, la serigrafia e il collage, fino alla costruzione di contenitori che diventano sculture che avvolgono il testo. Testimonianze della passione e della cura con cui l’artista realizzava questi volumi a tiratura limitata.
La mostra è visitabile fino al 6 luglio, ingresso libero senza prenotazione.

Il consiglio extra

La gazza di Elizabeth Day comincia come un romanzo d’amore, con una prospettiva giovane e fresca di Marisa che pianifica la sua vita futura in un quartiere di Londra ben frequentato. Una casa perfetta per lei che è una illustratrice di libri per bambini e per Jake, l’uomo ideale. Ma una gazza è venuta a ripararsi sotto la vetrata del soggiorno, è un brutto segnale! Marisa non lo vuole cogliere, la sua vita deve essere perfetta… ma la gazza scappa e porta sventure. La storia infatti vira improvvisamente e chiude noi lettori in una morsa a sorpresa. Arriva Kate. Condivide la casa con loro e a poco a poco si prende tutto lo spazio. Poi si prende anche tutto il resto.
Niente è come sembra in questa storia. I punti di vista dei tre protagonisti sono diversissimi e la sorpresa è assicurata. La Day, dopo il grande successo de Il party (Neri Pozza, 2019), non delude nemmeno questa volta attraversando i temi della maternità surrogata e delle relazioni disfunzionali con una scrittura perforante.

Cosa ci aspetta?

Indizio 1
Una doppia indagine tra reale e paranormale.

Indizio 2
Due ragazzi in cerca della verità per rendere giustizia al loro amico di infanzia.

Indizio 3
Un’avventura tra le piramidi egiziane e il deserto dove è sepolto un antico potere.

Indizio 4
In fuga dalle bombe con il cuore in sospeso: i legami salvano la vita.