Laura Orsolini

Villa Mannara

Laura Orsolini è scrittrice e consulente editoriale, dal settembre del 2018 anche libraia. La sua libreria Millestorie di Fagnano Olona, in provincia di Varese, è un punto di incontro e centro di iniziative molto creative e vivaci. Dal 2017 è responsabile del Gazzetta Summer Camp (La Gazzetta dello Sport) dedicato alla scrittura, al teatro e all’ illustrazione. Insegna scrittura creativa e da ottobre 2019 è curatrice della rubrica libri per la rivista mensile “Ambiente” e della rubrica settimanale  “Mamma scegliamo un libro” sul quotidiano on line “Varesenews”.

Carla Anzile

Uscita di sicurezza

Carla Anzile è nata a Pordenone in una famiglia come quella di “Piccole donne”, è la quarta ma avrebbe voluto essere Jo. Vive in provincia di Pordenone e lavora come maestra nella scuola primaria, dove si occupa anche dei progetti di promozione della lettura e della biblioteca scolastica “Il magazzino di Diderot”. Dopo gli studi, trascorre diversi periodi all’estero (Gran Bretagna) per lavorare e prestare servizio volontario. La prima esperienza lavorativa è come animatrice, attrice di teatro per ragazzi e conduttrice di laboratori di lettura ad alta voce. Nel 2013 è vincitrice del “Premio Letterario Anna Osti” assegnato al suo racconto La mia bici ha tre ruote e nel 2017 guadagna il secondo posto al “Premio Arpalice Cuman Pertile” con la storia realistica Gigi e l’Apollonia. Attualmente si dedica all’utilizzo dei linguaggi multimediali per narrare storie, in particolare videomaking: nel 2017 è vincitrice con i propri alunni del premio “Video Cinema & scuola” per un video scolastico sul Friuli Venezia Giulia, nel 2018 è segnalata per un cortometraggio sull’autismo; l’ultimo progetto realizzato è un video in stop motion sulla tematica della guerra. Nel tempo libero va in Vespa.

Gigliola Alvisi

10 indizi per Agatha

Gigliola Alvisi è nata a Vicenza nel 1963, vive in provincia di Padova, in una casa arancione sull’argine di un fiume lento, dove anche i cormorani, gli aironi e le garzette si fermano a riflettere e immaginare il futuro. Ha un marito reporter che ogni giorno le porta a casa cronache dal mondo, due figli grandi già altrove che quando erano piccoli le hanno riempito la vita di fantasie bambine, e un cane fulvo e saggio che la accompagna nelle passeggiate in campagna. E poi ci sono i personaggi che affollano le mensole delle librerie di casa, e quelli delle storie ancora da scrivere che sgomitano per essere raccontati. Scrive romanzi per ragazzi e racconti per bambini, dei quali ogni tanto qualcuno viene tradotto in altre lingue e qualcun altro premiato. Porta nelle scuole le valigie della BILL, che contengono i 303 libri della Biblioteca della Legalità. E’ tutrice volontaria di minori stranieri non accompagnati, perché i sogni di chi arriva da solo in Italia in cerca di un futuro migliore hanno lo stesso diritto di essere avverati di quello degli altri ragazzi.

Anna Pini

Illustratrice - Vedo Nero

Mi chiamo Anna Pini e sono un’illustratrice e una graphic designer.
Suono la chitarra elettrica, ascolto i Dark Tranquillity e mi piace la cioccolata fondente almeno al 75%. Ho studiato illustrazione e grafica delle immagini all’ISIA di Urbino dopo una laurea in Scienze della Comunicazione all’università di Verona. Collaboro con case editrici, riviste, librerie e scuole per progetti legati all’illustrazione, alla grafica e al mondo dei libri.
Mi piace molto la sintesi visiva degli anni ’50/’60 e tutto quello che riguarda il binomio musica-immagine. Ho uno stile minimalista e spiritoso: se fa ridere è meglio. Nel 2017 ho ricevuto un Merit Award dalla prestigiosa associazione americana 3×3 nella categoria educational per il mio progetto tesi a Urbino e sono stata selezionata al concorso internazionale di illustrazione Tapirulan. Ho lavorato con Einaudi Ragazzi, EL edizioni, DeAgostini, il Teatro alla Scala, American Airlines.