Fulvia Degl’innocenti

Sottovoce

Fulvia Degl’Innocenti è nata a La Spezia e vive e lavora a Milano come giornalista di Famiglia Cristiana. Nel 1998 pubblica il suo primo libro per ragazzi: da allora non ha più smesso e si appresta a celebrare il traguardo di 100 libri, tra albi illustrati e romanzi young adult. Molti dei suoi libri sono stati tradotti in tutto il mondo, dalla Cina al Brasile. Ha ricevuto diversi premi tra cui il Bancarellino e il Premio Andersen. Dirige la collana di narrativa per Edizioni Paoline Il parco delle storie ed è presidente di Icwa, l’Associazione Italiana degli Scrittori per Ragazzi.

Sara Magnoli

Dark Web

Sara Magnoli vive in provincia di Varese in una casa ristrutturata che era il cinema della sua nonna. Giornalista, è laureata in lingue e letterature straniere moderne all’U- niversità degli Studi di Milano. Con i suoi romanzi per ragazzi e per adulti ha vinto numerosi premi. Ha sempre avuto una passione per la scrittura e per le storie thriller e noir. Fin dalla prima elementare faceva il giornalino di classe e a dieci anni ha scritto il suo primo libro giallo, otto quaderni a righe scritti fitti fitti, con ben 150 personaggi che ancora possiede da qualche parte. Ha un marito, due figli, due gatti, Ofelia e Cwebecca, che a suo dire sono più terribili del gatto di Pet Sematary. E’ cintura verde di Kung Fu e, non meno importante, una vera sorcina, innamorata persa di Renato Zero.

Sara Colaone

Ti ho visto

Sara Colaone è nata a Pordenone nel 1970, disegna fumetti, illustrazioni e corti animati. Ha pubblicato per Kappa Edizioni, Dargaud, Coconino Press, Norma editorial, Schreiber&Leser, Centrala, Stripburger, Giunti PE, Zanichelli, Pearson Italia e illustrato sulle riviste Internazionale, Le Monde Diplomatique DE, Rivista Il Mulino e Ventiquattro Magazine. Fra i suoi lavori Pranzo di famiglia, Lupin III, Monsieur Bordigon, In Italia sono tutti maschi, Ciao Ciao Bambina. Insegna Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dice che negli anni ha imparato a lavorare ovun- que: in treno, in piedi, mentre mangia o aspetta l’uscita da scuola.
“Un disegnatore fondamentalmente lavora sempre e non può concedersi momenti di separazione fra pensiero e azione. Sembra allucinante ma in un certo senso è bellissimo”.

Maren Stoffels

Il gioco della paura

Maren Stoffels è nata ad Amsterdam 1988 ed è cresciuta nella sua città d’origine. Da quando ha imparato a scrivere ha deciso che sarebbe diventata scrittrice. Il suo primo libro lo ha scritto a nove anni e parlava di un piccolo eschimese che andava in cerca del suo papà, ma il suo primo vero romanzo lo ha pubblicato nel 2005. Ormai al suo attivo ha oltre venti libri e numerosi premi. Ultimamente ha deciso di dedicarsi al genere noir. Il suo avvincente thriller Il gioco della paura (Fright Night) è stato accolto in Olanda molto bene sia dal pubblico che dalla critica. Fu durante una vacanza che l’autrice partecipò a una “Fright Night” nel bosco, senza sapere bene a cosa andasse incontro. Fu terrificante e capì che non era una cosa adatta per lei. Però nella sua mente nacque una storia e questa storia iniziava con Dylan, tormentato da una paura molto particolare: la paura di sua madre..